LA MANO DESTRA NON C’È PIÙ.

Finito il weekend, riposati, sereni, pieni di energia per ricominciare.

Accidenti, per qualcuno è più complicato essere sereni e produttivi.

Chi di voi non si è mai trovato a disagio, porgendo la mano per il saluto ad una persona che incontri per la prima volta, ed accorgersi che ti allunga la mano sinistra poiché la destra non c’è più? Si avete capito, la mano destra mancante…..

Io avrei voluto sprofondare, ma questa persona, è stata lei stessa a mettermi a mio agio.
Con la serenità di un sorriso, con un: “tranquillo, non si preoccupi”.

Poiché non conosci questa persona, è normale, e non sconveniente, chiedere lumi e spiegazioni su cosa abbia causato il suo attuale stato.

Il video lo trovi qui:

Se ti è piaciuto il video iscriviti al nostro canale YouTube:

www.bit.ly/protettoepulito

Riassumo brevemente. Mi viene raccontato che lavorava in una azienda di produzione ed era responsabile di un macchinario abbastanza complesso e sempre, sempre in moto. I tempi di produzione sono correlati a prezzi e redditività.
E fin qui, tutto abbastanza normale. Il problema risiedeva nel fatto che, non potendo mai fermare la macchina, gli operatori erano obbligati a fare le manutenzioni correnti con questa sempre in funzione…..
Il risultato, come potete immaginare, è che prima o poi qualche incidente succede. Infatti è successo!

Non siamo così sprovveduti da pensare che con un guanto 🧤 più o meno figo, più o meno giusto, tutto ciò non sarebbe accaduto!

MA QUANDO DICIAMO CHE È FONDAMENTALE VALUTARE SEMPRE TUTTI I TIPI DI RISCHI….., non pensiamo di dire delle CAZZATE. Il problema è che spesso tutto rimane solo nelle buone intenzioni e nel proferire parole, senza tradurle in fenomeni di vera vita quotidiana nell’ambito lavorativo!

Non bastano belle parole per creare buone performance. Siamo stufi delle belle parole.

Scopri i contenuti che abbiamo riservato per te adesso:
Trovi tutto a questo link:👇👇

Marco e Roberto

www.protettoepulito.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Si stava meglio quando si stava peggio

Articolo successivo

L’importanza di un guanto da fotocopie